L'Etnia Dao o Dzao

 

  

 

Originari del centro della Cina, si sono insediati in Vietnam nel XIII secolo nella gran parte delle provincie montagnose del Nord ed in alcune del Centro. I Dao (si pronuncia Dzao) costituiscono una minoranza etnica composta da circa 450.000 persone.
 

     

 

Secondo il tipo di suolo, praticano risicoltura sia in acqua che a secco, coltivano alberi da frutta e piante medicinali. Anche l'allevamento è ben sviluppato. Sono abili cacciatori, buoni fabbri, tessitori, carpentieri ed ottimi artigiani nella costruzione di fucili tradizionali di originale concezione.
Vivono sia in case costruite sia su terra battuta che su pali, ma anche costruite, parzialmente, in entrambi i modi. Lo stile architettonico dipende dal gruppo locale di appartenenza.
I Dao si raggruppano in piccoli villaggi sparpagliati. La monogamia ed il patriarcato sono di rigore. I giovani accedono alla società attraverso un rito di iniziazione che dura tre giorni e tre notti. Questo rito è composto da fasi complesse e consequenziali che possono essere associate al Taoismo, al Buddhismo ed alle credenze popolari.
Le tuniche, i foulard, le gonne ed i corpetti delle donne Dao sono forse i più riccamente decorati. Sia che portino pantaloni o gonne, le donne sanno decorare i loro abiti con motivi diversi che rappresentano onde, fiori, foglie o animali o stelle. I loro impressionanti copricapi rossi sono voluminosi ed ornati da monete.