I Pathen

 

Giunta in Vietnam da poco più di 200 anni, l'etnia Pathen conta appena 4.300 persone che vivono prevalentemente nella provincia di Ha Giang. Risiedono in case costruite sia su palafitte che sul terreno.


Coltivano sul debbio riso e mais e praticano colture intervallate con attenzione e cura. L'artigianato è molto sviluppato: in particolare costruiscono oggetti di uso quotidiano in legno, in vimini e in metallo, ma la tessitura resta un'attività essenziale.


Senza contare il culto degli antenati, le primitive credenze contadine costituiscono l'espressione più marcata della vita spirituale e culturale dei Pathen.


Il matrimonio tra consanguinei è strettamente proibito. Secondo la tradizione, dopo il matrimonio il marito vivrà per qualche tempo con la famiglia della sposa. Se questa non ha fratelli, il marito vivrà per sempre con la famiglia della sposa e dovrà venerare gli spiriti di quella famiglia.


La lingua dei Pathen appartiene al gruppo dei Mong-Dao. Le vesti dei Pathen sono originali sotto molti punti di vista. I motivi dei costumi femminili, ricamati nella gamma dei rossi, rappresentano il carattere cinese Van, le losanghe ed i cani.